Area riservata
Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Messaggio del Direttore

L'arte della Felicità... Tra sogno e bisogno

Care studentesse e Cari studenti,

in qualità di Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia desidero darvi il benvenuto su questa pagina e condividere con voi un momento di riflessione che riguarda la vostra possibile scelta della nostra accademia per proseguire la  formazione universitaria. 

In questo clima di incertezza, anche voi, giovani creativi del futuro, siete chiamati in causa: la crisi colpisce profondamente anche voi, vi lascia senza prospettive garantendovi unicamente insicurezza economica e precarietà del quadro di riferimento dei valori della società, primo fra tutti il lavoro. 
Cosa fare allora in una situazione così apparentemente “demotivante”?
Certamente riprendere la voglia di rischiare e di mettersi in gioco. Ma soprattutto di riprendersi i sogni. Viviamo soddisfacendo i bisogni, ma troviamo il senso dell’esistere solo coltivando i sogni.

Ogni volta che soddisfiamo i necessari bisogni poniamo le condizioni fondamentali del permanere in vita, del campare, ma non del perché esistiamo. Posto che non tutti i bisogni che inseguiamo sono fondamentali, ma sono frutto di  elaborazioni economiche, anche quando raggiungiamo il livello di soddisfazione possiamo dirci magari appagati, ma non felici. La felicità, ha di suo, la caratteristica dell’irraggiungibile perché è un orizzonte infinito che non si esaurisce in un limite, raggiunto il quale desidereremmo altro ancora.
La verità delle cose è oltre ogni oltre, e rimane sempre certo che i veri bisogni sono invisibili:

«Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.»
(Antoine de Sant-Exuperi - ll piccolo principe)

Così, è perverso inseguire la soddisfazione dei bisogni che non sarà mai del tutto colmabile, finendo in una spirale dell’impossibile che porta sempre a una maggiore insoddisfazione e conseguente reale infelicità.

Gli esseri umani sono nati per “tendere verso” e per “vivere in relazione”.
Tutti quelli che vedono nei sognatori degli svagati idealisti che così trovano fuga consolatoria dalla realtà, vadano a vedere le biografie di tutti grandi personaggi dell’umanità, femminili e maschili.
Questi incalliti e testardi sognatori sono stati, per fortuna, incompresi e derisi, ma sono andati ostinatamente alla meta perché il loro sogno era posto molto più in là dei loro bisogni. In questi grandi non c’è mai stata solo l’ambizione della realizzazione personale, ma si sono spesi fino in fondo a livello prosociale, convinti sostenitori della possibilità di un mondo migliore.

Sognare vuol dire prefigurare, preconizzare, avere visione, sapere dove andare e perché. Ogni progettista, anche tecnico, lo fa per mestiere. Così l’artista, l’imprenditore e il politico che deve fare della lungimiranza il suo must. Il sogno è profezia!
Dare un futuro ai giovani è compito sacro delle generazioni che li hanno preceduti. Ogni educatore sa che i giovani debbono ”vedersi” grandi in un sogno da amare per incontrarsi autenticamente con se stessi e con gli altri. Pronti a donarsi e ad accettare qualsiasi sacrificio in un’ottica di verità autentica e concreta. Per soddisfare veramente il bisogno, e non solo materiale o ad esso attinente, per andare oltre la futilità del transeunte (di ciò che passa) bisogna elaborare il sogno. Elaborare il sogno per dare senso al bisogno. E non un senso prossimo, ma un senso remoto e prospettico. Il senso del senso. (Edgard Morin).

«A volte il vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato.Beato chi non avrà sogni da realizzare, perché non sarà mai deluso.Non dite che i sogni sono inutili perché è inutile la vita di chi non sa sognare. Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare.Noi pazzi ragioniamo con il cuore. […]»
Così cantava Jim Morrison

È vero. Tanto sono i matti (sognatori) che hanno fatto il mondo!

Ecco, qui, alla SantaGiulia vi aiutiamo a sognare, a cercare, a costruire insieme a voi i vostri sogni, per poi confrontarli con la realtà della vita. Oggi più di ieri serve una vera rivoluzione, che fa esprimere voi come persone (sia con la mente sia con l'anima) nel rispetto della vostra piena libertà. 

L'Hdemia SantaGiulia, in linea con i propri progetti, incoraggia tutti nel realizzare i propri sogni e tracciare la propria strada e nuove vie per l'avvenire.

A voi giovani che sentite il disagio del momento presente, chiedo di costruire insieme una nuova primavera di rinascita.  Una rivoluzione artistica fatta di colori, per creare un’arte che comprende i bisogni di bellezza del nostro tempo, una nuova linfa vitale artistica dove voi siete i veri protagonisti.
Una vera libera rivoluzione a colori, come i vostri sogni!


Riccardo Romagnoli

Accademia SantaGiulia - Vincenzo Foppa Società Cooperativa Sociale ONLUS - Via Cremona, 99 - 25124 Brescia
Num. Iscr. Reg. delle Imprese di Brescia e partita IVA: 02049080175 - R.E.A. 291386 - CAP. SOC. Euro 25.148,68
PEC: accademiasantagiulia@certificazioneposta.it

Privacy policy - Cookie policy - powered by bizOnweb.it