Area riservata
Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Decorazione del reparto Geriatria della Poliambulanza

La Scuola di Decorazione cura l'intervento decorativo del reparto di geriatria della Poliambulanza

Si deve ad alcuni studenti del corso di Decorazione Artistica dell'Accademia SantaGiulia e ai professori Davide La Fede e Paola Zanoni, l’intervento decorativo del reparto di geriatria della casa di cura Poliambulanza di Brescia.

L’intervento, che si sviluppa su entrambi i lati della corsia del reparto geriatrico, ha interessato una porzione di spazio di circa 50 cm di altezza dalla zoccolatura ricurva fino al corrimano che percorre orizzontalmente tutto il corridoio su entrambe i lati

La superficie è stata trattata con la tecnica muraria, evitando tuttavia di lavorare in loco, al fine di evitare il più possibile disagi nell’attività ospedaliera. Il lavoro è stato pertanto eseguito e realizzato in Accademia e infine applicato sulle pareti. 

Il disegno è stato pensato ed elaborato tenendo conto dell’importanza dell’anziano e della delicata condizione di quest’ultimo all’interno della casa di cura.

È un’utopia sperare che un ospedale possa dare l’immagine di un luogo gradevole, caldo ed accogliente? Che il colore e la luce possano riuscire a distrarre il paziente dai suoi dolori, tanto da predisporre il suo stato d’animo ad una cura, favorendone la speranza di guarire? La risposta degli studenti è stata “certamente no!”. 

Il colore delle pareti, dei pavimenti, dei soffitti e degli arredi risulta essere un elemento fondamentale per umanizzare gli ambienti.
L’uso ideale del colore in questi particolari luoghi richiede il rispetto e l’applicazione della cromoterapia.
Per gli atri e gli ingressi, che determinano la prima impressione, andrebbero utilizzati dei colori come il blu per tranquillizzare, l’arancione per “spegnere” gli odori, il verde per calmare l’agitazione conosciuta anche come “sindrome del camice bianco”.
L’esistenza di un rapporto tra colore, salute e benessere è stata, riconosciuta universalmente: il colore è gioia, festa, attenzione, mentre il grigio è disattenzione, apatia, introversione.

Altro concetto importante di un intervento decorativo in corsia è tenere conto del senso di percorribilità, cioè associare il piacere visivo con il movimento motorio. In pratica con un gesto semplice che è il disegno si possono mettere in relazione gli elementi geometrici con i colori e farli muovere con l’aiuto della luce naturale o fonti di luce.
Con questa consapevolezza è stato sviluppato un concetto naturalistico che per quanto possibile possa infondere nel degente serenità ed energia.

L’intervento decorativo si apre in un vasto scenario campestre iperrealista con una distesa infinita di vivaci fiori di colore celeste, i fiori di cicoria, una pianta erbacea, campestre, perenne, che ben esprime l’aspetto agreste della provincia bresciana.
L’opera è stata realizzata come un grande circo della vita. Si è infatti cercato, da una parte (lato sinistro del corridoio), di evidenziare l’aspetto reale e dall’altro (lato destro del corridoio), l’aspetto onirico.

Realizzazione
I fase – misurazione lineare delle pareti del corridoio del reparto, rilevazione della presenza di porte e griglie di manutenzione.
II fase – predisposizione di strisce di tela di cm 50 di altezza e di lunghezza non definita, taglio della tela in base alle misure rilevate, tenendo conto degli angoli presenti nelle varie rientranze. 
III fase – preparazione della tela con predisposizione di un fondo a base di quarzo plastico. Le tele, ben tirate, sono state trattate con due mani di quarzo plastico e lasciate per circa un giorno. Questo permette il successivo intervento che consiste nel tracciare le linee guida della decorazione, per dare il via al lavoro.
IV fase – passaggio sulla tela di colori acquerellati a pennello con effetto gocce d’acqua, a macchia, spugnato. Tecnica ottenuta con l’utilizzo di pigmenti uniti a resina acrilica e diluiti con abbondante acqua per ottenere la tonalità pastello.
V fase - utilizzo di pastelli per rinforzare le diverse zone di fondo per creare un effetto cromatico visivamente più intenso e successiva sfumatura per far sì che le due tecniche compenetrino tra loro. Sempre a pastello, sono state create diverse testurizzazioni inserite nella parte centrale delle volute, apportando al disegno un effetto dinamico e materico.

Si ringrazia la studentessa Katia D’Angelo per la relazione dei lavori da cui è stato tratto il testo sopra riportato.

L'intervento si è concluso nel mese di luglio del 2009.

Galleria Immagini

Condividi

Accademia SantaGiulia - Vincenzo Foppa Società Cooperativa Sociale ONLUS - Via Cremona, 99 - 25124 Brescia
Num. Iscr. Reg. delle Imprese di Brescia e partita IVA: 02049080175 - R.E.A. 291386 - CAP. SOC. Euro 25.148,68
PEC: accademiasantagiulia@certificazioneposta.it