Area riservata
Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Arte e cultura, la notte di Brescia sarà  Dada

Riportiamo l'articolo, disponibile sul portale online del Bresciaoggi, del 28 settembre 2016, che parla della Notte della Cultura che si svolgerà a Brescia, sabato 1 ottobre, e durante la quale sarà inaugurata la mostra DADA1916.

ARTICOLO di Lisa Cesco

«Un’opera d’arte non è mai bella per decreto legge». Così la pensava, con ottime ragioni, Tristan Tzara, fra i fondatori del Dadaismo. A cento anni di distanza Brescia festeggia la nascita del movimento con una Notte della cultura tutta speciale, in programma sabato 1 ottobre dalle 19,30 alle 24.

«Dada è la notte», questo il titolo della kermesse che si svolgerà in centro storico ma non solo, e avrà come clou l’inaugurazione della mostra «Dada 1916. La nascita dell’antiarte», che per l’occasione sarà visitabile ad ingresso libero dalle 20 alle 24: al museo di Santa Giulia sarà possibile ammirare 270 opere dei più famosi artisti Dada, in un percorso che si snoderà dal 1916 alla fine degli anni Venti. In abbinata si potrà fare un salto anche alla mostra di Romolo Romani – realizzata in occasione dei cento anni dalla scomparsa dell’artista milanese ma bresciano d’adozione - e al percorso espositivo «Per una nuova Pinacoteca».

Lavoro di organizzazione corale, la Notte della cultura si avvale della collaborazione di molte realtà del territorio, come il Centro teatrale bresciano, che dopo il successo dell’Adelchi manzoniano al teatro romano per celebrare l’anniversario di riconoscimento Unesco propone un nuovo intrigante percorso teatrale – ideale preludio o proseguimento della visita in mostra – con parole, suoni, luci e installazioni sul tema «Immediatamente Dada». Protagonisti Luca Micheletti, attore bresciano premio Ubu proiettato sul palcoscenico nazionale, e Laura Curino, accompagnati da violoncello e tamburino: in scena i volti e il pensiero degli artefici del movimento dadaista, da Picabia a Tzara a Ball, per un recital itinerante che percorrerà via Musei partendo dalla piazzetta di Santa Maria della Carità, facendo tappa al Capitolium e concludendosi al teatro romano (due repliche, alle 20 e 21,45, partecipazione gratuita ma prenotazione obbligatoria per l’accesso alla parte finale nel teatro romano, tel. Ctb 030 2928617/6 fino al 30 settembre).

Grandi nomi animeranno anche gli altri spazi di riferimento del centro storico, come Alessandro Bergonzoni, che alle 21,30 sarà al teatro Sociale con il suo spettacolo Nessi (biglietto unico 3 euro), e Paola Turci, in concerto in piazza Paolo VI dalle 22: sarà l’occasione per ascoltare «Io sono», ultimo lavoro della cantautrice. Non mancheranno le visite guidate alle chiese e ai palazzi della città, l’aperitivo multisensoriale di Supernova in corso Zanardelli, il jazz nella chiesa di San Giorgio, il cinema dei fratelli Lumière al Nuovo Eden, le molte gallerie che rimarranno aperte fino a mezzanotte, l’inaugurazione del Piccolo teatro libero a Sanpolino e molto altro (il programma dettagliato è on line sul sito del Comune).

LA NOTTE AVRÀ anche un risvolto solidale: per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto dello scorso 24 agosto, in molti bar, ristoranti ed esercizi del centro che esporranno apposita locandina per ogni piatto di pasta all’amatriciana consumato verranno devoluti 5 euro per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto (progetto in collaborazione con Slow Food). Anche il ricavato dello spettacolo di Bergonzoni verrà devoluto alla Fondazione Comunità Bresciana Onlus – Emergenza terremoto 2016, e sempre in solidarietà andranno le offerte libere per lo spettacolo dei Soliti ignoti al teatro Colonna di via Chiusure, per le visite guidate e quelle lasciate all’ingresso di Santa Giulia, raccolte tramite la Croce Rossa.

«Partecipate alla Notte con un accessorio Dada», invita il vicesindaco Laura Castelletti, affiancata da Gian Mario Bandera, direttore Ctb, dalla regista Sara Poli ed Eleonora Rigotti, presidente Bresciatourism. Il sindaco Emilio Del Bono plaude invece al “metodo” con cui è stata organizzata la proposta, «basato sulla collaborazione».

Condividi

Accademia SantaGiulia - Vincenzo Foppa Società Cooperativa Sociale ONLUS - Via Cremona, 99 - 25124 Brescia
Num. Iscr. Reg. delle Imprese di Brescia e partita IVA: 02049080175 - R.E.A. 291386 - CAP. SOC. Euro 25.148,68
PEC: accademiasantagiulia@certificazioneposta.it