Area riservata
Studiare all’estero

Studiare all’estero

Avvio delle attività didattiche del II semestre

A partire dal 16 marzo.

Segreteria
11/03/20

Nel periodo dal 16 marzo al 3 aprile, quello ad oggi sottoposto a regolamentazione straordinaria a seguito dell’emergenza Covid-19, l’attività didattica del secondo semestre si avvierà nel segno della Lectio che avrebbe voluto inaugurarla: “Il gesto creativo: i suoi codici, i suoi sensi”.
Le circostanze ci mettono infatti nella condizione di agire in modo creativo adottando nuovi codici per condividere e maturare significati, sensi, direzioni inattese, attraverso la modalità della didattica a distanza.
Grazie all’impegno proattivo dei docenti e di tutto lo staff di Accademia sarà possibile realizzare in e-learning una media di circa l’80% delle lezioni previste.

Si tratta di ripensare la disciplina affrontata in ogni insegnamento come una domanda aperta sulla realtà, e come una chiave di lettura pronta ad interrogarla in modi sempre nuovi.
Diceva Pierre Theilard de Chardin, un eclettico e anche discusso studioso del secolo scorso, che saper vedere ed affrontare i problemi in un modo nuovo è essenziale; “[…] l’unità cresce solo se è sorretta da un accrescimento di coscienza, vale a dire di visione. Ecco perché la storia del Mondo vivente si riduce all’elaborazione di occhi sempre più perfetti in seno ad un Cosmo in cui è possibile discernere meglio” (id., Il fenomeno umano, p. 27, Queriniana, Brescia 2008, p.27).
Ecco allora qual è il compito, oggi, come docenti e studenti impegnati in una sfida formativa (e forse anche sociale) senza precedenti: aderire alla realtà data nel modo più responsabile; nel nostro specifico immaginando modalità inedite di proposta didattica e, per gli studenti, agendo un impegno se possibile ancora più intenso e concentrato dell’abituale nel rendersi protagonisti del proprio ‘darsi forma’.
Il principale rischio della didattica ‘a distanza’ sta nel concepirla solo come ‘erogazione’, di video, lezioni, materiali, dispense. Passivizzante. Viceversa, la vera sfida è quella di rimanere fedeli anche nella modalità ‘a distanza’ al cuore della didattica accademica che tiene al centro “l’interazione tra insegnamento-apprendimento e la relazione tra docente e studente, il loro dialogo continuo, l’ascolto reciproco e il feedback” (Sirem).
Le modalità che questa architettura didattica assumerà, allora, saranno tante e differenziate quante sono le discipline accademiche e quanti ne sono i loro interpreti docenti; sarà poi tanto più efficace quanto più gli studenti si riterranno parte attiva di questa architettura, pronti a sostenerla, implementarla, irrobustirla e renderla flessibile, funzionale e creativa insieme ai loro insegnanti.

Le lezioni dovranno essere seguite in remoto. La partecipazione alle stesse farà testo per l’assolvimento dell’obbligatorietà di presenza previsto dal regolamento didattico. Non verrà realizzata in alcun caso didattica in presenza, né presso la sede di Accademia SantaGiulia, né presso eventuali enti esterni; non verranno proposte attività collaborative per le quali sia richiesta la compresenza di più studenti.
Il calendario delle lezioni è riprogrammato settimanalmente come consultabile su Untis.

In sintesi, tutto questo costituisce per Accademia SantaGiulia, studenti e docenti insieme (senza dimenticare tutto il supporto dato dallo staff tecnico, di segreteria e di direzione) una grande occasione, pure se obbligata, di sperimentare, innovare, ricercare, senza perdere la stella polare del core di ogni Scuola ma, anzi, esaltandone al massimo le peculiarità, nell’oggi.

Tutte le indicazioni operative, sia per i docenti sia per gli studenti, sono reperibili nell’area riservata.

Il Direttore
Prof.ssa Cristina Casaschi

Condividi

Accademia SantaGiulia - Vincenzo Foppa Società Cooperativa Sociale ONLUS - Via Cremona, 99 - 25124 Brescia
Num. Iscr. Reg. delle Imprese di Brescia e partita IVA: 02049080175 - R.E.A. 291386 - CAP. SOC. Euro 25.148,68
PEC: accademiasantagiulia@certificazioneposta.it