Area riservata
Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Studiare all’estero
Scegli la giusta direzione

Un ciclo di conferenze per far conoscere la bellezza di Palazzo Averoldi

Fonte esterna
09/10/17

Riportiamo l'articolo pubblicato online da Bsnews lunedì 9 ottobre 2017 in cui si riporta la notizia del ciclo di conferenze che si terranno a Palazzo Averoldi con l'obbiettivo di far conoscere le bellezze di questo Palazzo cittadino.

Gli incontri sono organizzati da Fondazione Casa di Dio in collaborazione con l'Accademia SantaGiulia.

«Palazzo Averoldi – prestigioso edificio tra via Moretto e Contrada Santa Croce, in città – è uno dei più interessanti esempi di dimora privata del Cinquecento nel centro storico di Brescia, noto soprattutto agli specialisti per gli affreschi di Romanino e Lattanzio Gambara che decorano le sale a piano terra.

Lo status di palazzo privato lo rende meno conosciuto al grande pubblico, ma non per questo privo di grande interesse: oltre alle sale del Cinquecento, il piano superiore ospita, tra saloni affrescati e stanze più raccolte, un prezioso “salottino cinese” del Settecento, una rarità nel panorama bresciano.

La Fondazione Casa di Dio, che è proprietaria del palazzo, per farlo conoscere ha deciso di promuovere un variegato ciclo di conferenze, che si terranno per tre giovedì (12, 19 e 26 ottobre). Interverranno diversi studiosi che negli ultimi anni hanno dedicato le loro ricerche in archivio e sul “campo” alla storia della dimora, dagli architetti agli storici dell’arte, dagli studiosi di storia economica ai restauratori. Diverse professionalità che hanno permesso di procedere con uno studio multidisciplinare molto articolato ed allineato alle più recenti scoperte scientifiche: un aggiornamento doveroso, visto che l’unico studio complessivo sul palazzo risale al volume Le dimore bresciane di Fausto Lechi (1974). La rassegna gode del patrocinio del Comune e della Provincia di Brescia, dell’Università degli Studi, Accademia di Belle Arti Santa Giulia, Delegazione di Brescia del FAI, Fondazione Brescia Musei ed è valida ai fini dell’aggiornamento professionale degli iscritti all’ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della provincia di Brescia.

“La nostra Fondazione ha una storia molto importante, resa possibile grazie ai lasciti e alla beneficenza che hanno caratterizzato gli oltre cinque secoli della nostra istituzione. Ora è tempo di restituire il tanto bene ricevuto alla città, in termini di servizi alla persona, che è la principale attività che svolgiamo con le nostre strutture, ma anche di conoscenza e partecipazione”, afferma Irene Marchina, presidente dalla Fondazione Casa di Dio Onlus. “Abbiamo un patrimonio importantissimo per Brescia: tre chiese nel centro storico (la chiesa della Madonna del Lino, San Carlo e San Cosma e Damiano) e Palazzo Averoldi, che cerchiamo di  aprire al pubblico con iniziative come questa. Il Palazzo fu acquistato negli anni Trenta del Novecento dall’allora Amministrazione Pii Luoghi e Case di Ricovero dagli eredi Averoldi. L’acquisto era stato reso possibile grazie ai lasciti di molti bresciani: è venuto il momento di ringraziare la collettività permettendo a tutti di godere della bellezza di questo luogo”.

Oltre alle sale a piano terra, dipinte da Romanino e dal genero Lattanzio Gambara, per l’appuntamento di giovedì 19 ottobre sarà aperto anche il salone del primo piano, oggi affittato alla Rotary House e normalmente non accessibile al pubblico.

Non si parlerà solo di storia, architettura e arte, ma un incontro sarà dedicato ai restauri eseguiti nel biennio 2015-2017 dagli studenti dell’Accademia Santa Giulia che, seguiti dai restauratori loro insegnanti, hanno portato all’antico splendore la “Sala delle Stagioni” a piano terra del palazzo.

Tutti gli incontri, ad ingresso gratuito da contrada Santa Croce 38, inizieranno alle ore 17 e dureranno circa 2 ore».

Sito

Condividi

Accademia SantaGiulia - Vincenzo Foppa Società Cooperativa Sociale ONLUS - Via Cremona, 99 - 25124 Brescia
Num. Iscr. Reg. delle Imprese di Brescia e partita IVA: 02049080175 - R.E.A. 291386 - CAP. SOC. Euro 25.148,68
PEC: accademiasantagiulia@certificazioneposta.it